storie di imprenditrici Archives - Pagina 2 di 9 - Open Day Donna

Nicoletta Gentilini e le sue soluzioni innovative di bioedilizia e arredamento

Come ti chiami?
Nicoletta Marin Gentilini

imageroma


Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?

La mia azienda propone soluzioni innovative di bioedilizia e arredamento finalizzate al raggiungimento del benessere psicofisico nell’ambiente di lavoro (fa parte del Metadistretto Veneto della Bioedilizia). Il concetto di Smart and Happy Office è un concetto ormai consolidato nelle città italiane più evolute, per non parlare dell’estero.

Qual è il nome della tua Attività?
GentiliniDue

Come si svolge la tua attività?
In collaborazione con professionisti, produttori ed Istituti di Ricerca (Università, Cnr) faccio ricerca sui materiali e sugli arredi, esplorando nuovi concept di prodotti e allestimenti di qualità. Cerco anche di sensibilizzare imprese ed istituzioni, attraverso convegni ed incontri di informazione e formazione.

Logo Gentilinidue new

Come hai iniziato?
Per circa vent’anni ho collaborato con mio marito nel settore Arredamenti per Ufficio e Comunità, ma non mi sentivo pienamente realizzata. Così nel 2000 ho partecipato al Progetto Artemis, organizzato dalla CCIAA di Padova per promuovere l’imprenditoria femminile. Il mio progetto d’impresa è entrato in graduatoria in ben due bandi di concorso, uno della Regione Veneto, l’altro relativo alla Legge 215, e gli sono stati riconosciuti dei finanziamenti, proprio in virtù delle sue finalità, che riguardano il benessere e la salute all’interno degli ambienti di lavoro.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Via web e coi social network.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Per il momento sto utilizzando Linkedin e Youtube

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Attualmente i miei interessi sono focalizzati sul territorio,

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Penso che da tempo l’Unione Europea ha inserito questi temi nei propri programmi d’azione ed ha istituito addirittura la Settimana Europea della qualità, dal 10 al 16 Novembre, Quality in the Workplace: Make it happen! È il titolo significativo dell’evento, voluto dalla Commissione Europea per sensibilizzare Imprese ed Istituzioni sul corretto rapporto con l’ambiente.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Non escludo che si possano creare partnership, tramite l’Università con cui collaboro.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?

La mia società si configura come impresa che, proprio perché al femminile, ha preoccupazioni ambientali e sociali, che possono contribuire a migliorare il futuro delle nuove generazioni.
In secondo luogo punta soprattutto sulle donne e cerca rapporti di collaborazione con loro, sia sul piano professionale che personale. Ritengo infatti che le donne abbiano una maggiore sensibilità, capace di cogliere anche i problemi nascosti della realtà e che siano più flessibili ed attente ai mutamenti ed alle innovazioni .

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Partire da interessi comuni e guardare nella stessa direzione

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
Tra il 2012 e il 2013 ho partecipato al progetto GreenRose promosso da Confindustria Veneto e riservato a sette imprese femminili venete distintesi per aver adottato misure eco-compatibili e introdotto innovazioni legate al prodotto e ai processi aziendali. E’ stata un’ esperienza costruttiva.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
In una città che punta a diventare smart city avrei bisogno di trovare persone smart non solo a parole

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Non vi nascondo le difficoltà che incontro quotidianamente dal confronto coi vari assessori, tecnici, imprese etc . A parole tutti amano l’innovazione, fino a quando non li riguarda. Il più grande ostacolo all’innovazione non è rappresentato dalla tecnologia, bensì dalle persone e dalle istituzioni: entrambe oppongono una resistenza ostinata alla sperimentazione ed al cambiamento.

Come hai superato le difficoltà?
E’ stato molto faticoso introdurre questi nuovi concetti, ancora di più trovare persone adatte a recepirli, soprattutto nelle pubbliche amministrazioni, dove il criterio di scelta purtroppo è ancora il risparmio immediato. Però io non mi arrendo. Ho dalla mia una grande curiosità, l’umiltà di imparare e la passione.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Sto per entrare in una rete di imprese al femminile…

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
E’ un momento di confronto tra donne che aspirano a realizzarsi e donne che ci sono riuscite. C’è bisogno di creare una rete che dia da un lato visibilità all’imprenditoria femminile e dall’altro faccia informazione su servizi e opportunità . Le storie di donne che hanno sviluppato imprese possono aiutare ad annullare la solitudine dell’esperienza.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Sarebbe ancora più utile ampliare la rete in modo da dare informazioni su “buone pratiche” e “esperienze europee” per sprovincializzare e collocare l’esperienza locale in un contesto internazionale.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
La divulgherò tra le mie conoscenze

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché ho accettato di rimettermi in discussione e ricominciare a 50 anni con una nuova azienda
(Gentilinidue= la vendetta) dopo aver sentito le testimonianze di altre donne che ce l’avevano fatta.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
La donna ha finalmente raggiunto un riconoscimento sociale, politico e giuridico lottando contro pregiudizi forse non ancora del tutto superati. Quello che serve oggi sono la competenze, quelle richieste da un mercato sempre piu’ attento ed esigente e Open Day Donna può aiutare le donne a potenziare ulteriormente il loro talento.

Se non ti sei ancora iscritta all’Open Day donna, iscriviti subito!

www.gentilinidue.com
https://www.linkedin.com/in/nicolettamarin
http://www.youtube.com/channel/UCab_0wKRs7o_WsSJsfo0Q0g

Elisabetta Annamaria Barotto: “Non creo abiti ma donne che si amano”

Come ti chiami?
Elisabetta Annamaria Barotto

La galitera (30)a

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Creo abiti o, meglio, “non creo abiti ma donne che si amano”.

Qual è il nome della tua Attività?
La galitera

Come si svolge la tua attività?

Autoproduco abiti unici, nel senso letterale del termine, secondo i criteri dell’antica sartoria italiana, parto dal figurino, creo il modello ed, infine, cucio l’abito; dopo ore ed ore di lavoro paziente ed un numero infinito di punti a mano eccolo lì: unico ed irripetibile, come ogni donna.

lagalitera_logo 300dpi

Come hai iniziato?
Sono sempre stata attratta dal lavoro manuale, le mani che si muovono per creare qualcosa hanno sempre avuto su di me un effetto ipnotico. Già da bambina mi piaceva confezionare abiti per le bambole mie e delle mie amiche . La svolta è avvenuta quando ho conosciuto mio marito Fabrizio che mi ha supportato senza riserve affinché sfruttassi il mio talento per trasformare una passione in lavoro.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Certamente, mi piacciono e le uso costantemente. Sono Iscritta a varie community sia italiane che straniere, cerco sempre di tenere aggiornate le mie pagine facebook e google+ , partecipo ai forum, pubblico foto e commenti.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Assolutamente sì, la mia è un’attività di e-commerce

Hai già avuto esperienze di Export?
Sì, ho subito approcciato i mercati internazionali attraverso il web

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Certamente, è risaputo che il made in Italy è maggiormente apprezzato all’estero, in Italia è poco valorizzato e, poi, sembra che gli acquirenti esistano solo fuori Italia…

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Opportunità, spunti, ispirazioni, tendenze ma, purtroppo, anche vincoli, burocrazia e regole che non tengono conto delle diversità.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Assolutamente, sempre di più.

Fare rete e mettersi in rete  per te è importante?
Credo sia fondamentale fare rete tra realtà simili e, per simili, non intendo dello stesso settore, almeno non necessariamente, intendo piccole realtà di nicchia dove il lavoro artigianale prevale su tutto il resto.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?

La rete fra donne è tanto potente quanto difficile, molte volte prevale la competitività e questo non giova a nessuno.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Di maggiore visibilità, la possibilità di far vedere e toccare con mano la qualità dei miei capi e, perché no, la possibilità di far vedere come nasce un abito La galitera.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
La difficoltà di far capire la differenza sostanziale che passa tra un abito di alta sartoria ed uno industriale.

Come hai superato le difficoltà?
I momenti di scoraggiamento non sono mancati e non mancheranno, il mio lavoro è fatto di ore di prove, tentativi ed, a volte, fallimenti. Faccio un bel sospiro, e ricomincio da capo.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Aprire un atelier laboratorio dove poter anche insegnare le tecniche di sartoria affinché questa preziosa conoscenza non vada perduta.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
La possibilità di condividere idee e strategie.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Assolutamente sì, iniziative di questo tipo aiutano l’imprenditoria ed aiutano a non sentirsi soli.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Parlandone, facendo una pubblicità con tutti i mezzi.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché la condivisione può aiutare altre persone a trovare la spinta per mettere in atto un progetto, in un momento di difficoltà come questo, può dare un segnale di speranza.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
Un’occasione per vedere, scoprire, condividere, imparare ed insegnare qualcosa, una bella occasione per la più bella scommessa: la propria “impresa”.

Se non ti sei ancora iscritta allOpen Day Donna, cosa aspetti? Iscriviti subito!

www.facebook.com/Lagalitera.elegance

web: www.lagalitera.com

Lara Bertoncello: “Sogno un mondo delle Professioni meno individualista e più social”

Come ti chiami?
Lara Bertoncello

foto profilo

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Rispondo che mi occupo di diritto del lavoro, di gestione e valorizzazione delle Risorse Umane, perché se mi qualifico come “Consulente del Lavoro” nessuno ne comprende il “vero” significato.

Logo_Rosso

Qual è il nome della tua Attività?
Ho una ditta individuale che porta il mio nome, collaboro con altri professionisti nello “Studio MP” con sede a Bassano del Grappa e co-gestisco il Master in “Global Economics and Social Affairs” (GESAM) all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Come si svolge la tua attività?
Collaboro, con un team di esperti, nel prestare servizi di consulenza in materia di lavoro a piccole, medie e/o grandi imprese in diversi ambiti che vanno dalla gestione degli aspetti contrattuali ed economici del rapporto di lavoro, all’affiancamento in fase di avvio di nuove attività, alla “cura” delle aziende in stato di crisi, all’assistenza in sede di contenzioso ecc.

Come hai iniziato?
Ho iniziato conseguendo una laurea in ambito economico-giuridico ed intraprendendo il praticantato professionale nell’area Lavoro di un Studio di Professionisti associati di Vicenza. Sono arrivata in un momento in cui non c’era bisogno di me e credo che questa sia stata la mia fortuna perché mi ha permesso di tracciare il mio percorso professionale nella direzione della Consulenza del Lavoro, al di là della mera esigenza di elaborazione paghe.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?

Un “profilo professionale” credibile è il biglietto da visita di ogni professionista e le nuove tecnologie permettono di essere sempre formati ed aggiornati e di promuovere così se stessi e i propri servizi alle aziende, garantendo tempestività nelle risposte ed accuratezza nelle analisi.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
In ambito professionale, i social mi permettono di creare la “rubrica”, quella che una volta era accanto al telefono fisso di casa, di rendermi visibile mettendo in “vetrina” i miei servizi e le mie competenze professionali, di intercettare tempestivamente le informazioni utili e le occasioni interessanti come l’Open Day Donna.

Hai già avuto esperienze di Export?

Ho avuto occasione di collaborare con aziende multi-localizzate. Mi piace pensare alla consulenza come un’esperienza quotidiana di esportazione – trasferimento – di idee.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Lo “consiglio” alle aziende clienti, perché credo che sia un’opportunità per tutti gli imprenditori (anche per me). Nell’offrire il mio servizio professionale cerco sempre di spronare le aziende a guardare oltre confine, creo le condizioni (e le motivazioni) affinché possano internazionalizzare, favorendo la mobilità del lavoro.

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Penso alla libera circolazione delle persone, delle merci e dei capitali, alla Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE e alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Penso alla globalizzazione.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Certamente il mercato europeo rappresenta un’opportunità di sviluppo per le aziende italiane e, quindi, indirettamente anche per la mia attività.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Credo fermamente nel potere della rete e sogno un mondo delle Professioni meno individualista e più social.

staff_GESAM lara bertoncello

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Il “faccia a faccia” è il primo e miglior metodo a mio parere per instaurare una sintonia. Poi tutto diventa più facile ed ogni strumento (web, eventi, anche un semplice aperitivo…) può diventa occasione di scambio e collaborazione.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente

Ogni confronto tra colleghi che permette di rispondere ad una esigenza aziendale è per me una collaborazione vincente.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Di occasioni, di collaborazioni e di idee sempre nuove.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Tutti i giorni mi scontro con la paura delle aziende al cambiamento e con una concezione del lavoro legata più al “costo” che alle “opportunità”.

Come hai superato le difficoltà?

Con perseveranza, indirizzando lo sguardo delle aziende verso le agevolazioni alle assunzioni, gli incentivi alla crescita e le opportunità legate alla formazione della propria forza lavoro.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Sogno una nuova generazione di professionisti aperti e collaborativi, sogno maggiore sinergia tra il mondo della scuola e dell’impresa e sogno nuovi strumenti in grado di arginare l’instabilità del mercato del lavoro e favorire la crescita e l’innovazione.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Mi piace il suo essere “open”, accessibile a tutte, gratuita e trasversale nell’offerta di informazione e formazione.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?

Assolutamente, affinché le buone idee possano incontrare le informazioni e le consulenze utili per diventare “impresa”.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?

Invitando le amiche ad una gita “donne” padovana.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?

Perché da cosa nasce cosa…

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?

Perché non partecipare?!? Carpe diem Donne!

Se non ti sei ancora iscritta, iscriviti!

Giovanna dice: “Cosa serve per crescere? Visibilità e collaborazioni di successo.”

Come ti chiami?
Giovanna Nicoletto

foto Giovanna Nicoletto

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Ristorazione

Qual è il nome della tua Attività?
Al Gatto Rosso, antica trattoria e pizzeria, dal 1917

Come si svolge la tua attività?
Mi occupo di tutto ciò che riguarda la gestione della mia trattoria, dalla scelta delle materie prime all’organizzazione delle sale e per finire alla comunicazione con i clienti.

Come hai iniziato?
L’anno scorso ho deciso di voltare pagina ed ho frequentato dei corsi specifici per la ristorazione e per il marketing nei paesi brics. Ho unito la mia voglia di mettermi in gioco con il sogno di mio marito ed ho aperto una trattoria

alGattoRosso

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?

Internet resta il mezzo che più utilizzo per promuovere il locale, soprattutto gli eventi tramite facebook, occasioni da sfruttare per sponsorizzare i nostri prodotti artigianali!

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Facebook, Tripadvisor, Mailing Marketing, vetrina online, Blog, ect.

Hai già avuto esperienze di Export?
A dire il vero ci stiamo pensando, la location è in zona turistica e abbiamo molti clienti stranieri.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Aprire un locale all’estero è diventata una scelta piuttosto frequente. Per ora, invece, collaboro con tuor operator che si occupano di valorizzare il nostro patrimonio enogastromico per incentivare il turismo straniero.

Se ti dico Europa a cosa pensi?

Penso ad una enoteca ricca dei nostri buoni vini in qualche capitale europea

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Certo! La cucina italiana è la più buona in assoluto. La cucina tipica veneta ed i suoi vini sono una ricchezza da far provare.

Fare rete e mettersi in rete  per te è importante?
Indispensabile direi.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Un esempio sono i laboratori organizzati dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile. L’anno scorso ho partecipato ed ho incontrato molte donne con le quali ho stretto rapporti lavorativi.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente
Ho collaborato con Marina Cazzin, libera professionista del settore turistico. Abbiamo creato un evento legato ai sapori ed itinerari del Salento con degustazione enogastromica salentina. Per l’occasione, Marina ha offerto delle promozioni legate a viaggi e soggiorni in Puglia, io invece ho messo a disposizione il locale, organizzando un ricco buffet.

sala trattoria

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Visibilità e collaborazioni di successo

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Ottenere un’insegna che dia visibilità al locale, un po’ nascosto rispetto alla via principale. Dopo otto mesi è ancora tutto bloccato per motivi burocratici. Non da meno la difficoltà di comunicare il rinnovamento dovuto al cambio di gestione.

Come hai superato le difficoltà?

Fondamentale è stato il sostegno della mia famiglia. L’ottimo staff e la rete di amici e clienti più affezionati hanno contribuito a superare le prime difficoltà legate all’avviamento dell’attività.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Far parlare Padova e dintorni di quanto si mangi bene ‘Al Gatto Rosso’!

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Le consulenze, i seminari, le informazioni sulle nuove tendenze di mercato, ma soprattutto la comunicazione che circonda l’evento è fondamentale, crea l’opportunità di confrontarsi  ed unire le forze per nuove collaborazioni.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Si, perchè è una buona occasione per confrontarsi e allo stesso tempo aggiornarsi dal punto di vista commerciale.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Comunicando la mia presenza all’Open Day Donna ed invitando altre donne.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Credo nella comunicazione e soprattutto di questo tipo

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
Per dedicare una giornata a noi donne dobbiamo esserci!

Se non ti sei ancora iscritta all’Open Day Donna, iscriviti subito!

 

http://www.facebook.com/gattorosso

Silvia Luise si occupa di abbigliamento tecnico sportivo, specifico per l’equitazione

Come ti chiami?
Silvia Luise

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Mi occupo della realizzazione di abbigliamento tecnico sportivo, specifico per l’equitazione.

Qual è il nome della tua Attività?
Razza Pura srl

luise silvia abbigliamento equitazione

Come si svolge la tua attività?
La mia attività si svolge dalla ricerca e scelta di tessuti innovativi alla realizzazione e creazione dei modelli della mia linea.

Come hai iniziato?
Ho iniziato da un’idea nata con un gruppo di amici sportivi, spinta dalla passione per l’equitazione ed anche grazie al supporto di mio padre e mio fratello.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Cerco di fare promozione attraverso il web ed utilizzando Facebook, strumenti fondamentali per il marketing.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Sì, oggi sono strumenti fondamentali.

Hai già avuto esperienze di Export?
Certo, in questo periodo è indispensabile lavorare con l’estero.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
I paesi esteri cercano e vogliono il Made in Italy, sinonimo di qualità ed eleganza, naturalmente ho colto l’occasione ed ho puntato molto sull’Export.

luise silvia a cavallo

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Penso a paesi all’avanguardia con cui già lavoro come Olanda, Belgio e Germania, paesi che sanno apprezzare la prestigiosa qualità dei miei prodotti.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Certamente, lo è già e deve continuare a crescere.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Creare rete e conoscersi è fondamentale per creare una sinergia.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Credo che momenti come l’Open Day Donna siano una carta vincente, avremo l’occasione di conoscere e confrontarci con altre donne ed imparare a crescere con loro, condividendo le nostre esperienze.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
La collaborazione vincente che ha determinato il lancio della mia azienda è stata con il mio stilista, quando abbiamo realizzato l’intimo con il gel. E’ stata una vera sfida cercare di creare un prodotto che fosse (oltre che innovativo) confortevole, comodo ed esteticamente piacevole.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
In questo momento credo che una minor pressione fiscale, come degli aiuti economici, aiuterebbero molto per permettere di investire nell’acquisto di nuovi tessuti tecnici e nella pubblicità.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Ho incontrato molteplici difficoltà legate al fatto che noi donne siamo considerate meno capaci degli uomini, e dobbiamo investire molto di più per poter affermare il nostro potenziale.

Come hai superato le difficoltà?
Supero le quotidiane difficoltà continuando a credere nelle mie capacità e ascoltando i consigli di chi ha più esperienza di me anche se provenienti da altri settori.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Sogno di poter vedere Razza Pura ricercata in tutto il mondo così da rendere la mia famiglia orgogliosa di quello che ho fatto, ricompensandoli per aver creduto in me, e per avermi sostenuta nelle difficoltà.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
L’Open Day Donna, decanta finalmente il potenziale femminile e tratta argomenti da cui possiamo cogliere molte ispirazioni.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Dovrebbero esserci assolutamente più iniziative come queste perché sono momenti di incontro e formazione fondamentali.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Da parte mia ho già avvisato molte amiche e promuoverò l’evento nella mia pagina Facebook.

LOGO NUOVO RAZZA PURA (CON R)

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Come io accetto i consigli e mi ispiro alle esperienze altrui, spero, nel mio piccolo, di poter essere di aiuto ad altre donne.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
L’Open Day Donna tratta argomenti interessanti, sarà un momento di aggregazione e di potenziamento, spero vivamente saremo tantissime.

Se non ti sei ancora iscritta iscriviti adesso!

web: www.razzapura.it

Antonella Marcon dice: “La vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo”

Come ti chiami?
Antonella Marcon

Antonella_Marcon_Hair_Stylist_and_Make-up_Artist

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?

Consulenza di immagine

Qual è il nome della tua Attività?
Salone Antonella – Consulente di immagine

Logo consulente sfondo grigetto

Come si svolge la tua attività?
Simulazione di immagine propedeutica all’attività di acconciatore, Make-up artist, Stiling, Corsi di consulenza di immagine, portamento e bon ton, personal shopper.

Come hai iniziato?
Ho iniziato l’attività di parrucchiera nel 1978 come un gioco, nel corso degli anni, viste le esigenze delle clienti, mi sono specializzata nel settore dell’acconciatura, del Make-up artist, dello styling, della consulenza di immagine a 360°, proponendo corsi di portamento, bon ton e personal shopper alla mia clientela.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?

Comunicando tramite i social network, sito web, le mie promozioni, le anteprime delle collezioni moda del settore moda.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Si già da qualche anno.

Hai già avuto esperienze di Export?
No, ma sarà il mio prossimo obiettivo da raggiungere

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Si perché penso che la moda italiana all’estero sia molto ricercata.

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Il futuro delle aziende artigiane italiane da non sottovalutare

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
SI più che una opportunità, ma una realtà.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?

Certo per farsi conoscere

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Mettere da parte le invidie e porre in primo piano il nostro coraggio di imprenditrici

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente.
Grazie alla mia testardaggine sono riuscita, con altri colleghi, creare un gruppo di acquisto di prodotti che permette alle varie aziende produttrici di praticarci speciali scontistiche
Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda? Che le banche possano erogare finanziamenti per progetti di innovazione aziendale.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Mi ritengo fino ad ora fortunata perché non ho vissuto fino ad ora esperienze negative

Come hai superato le difficoltà?
Lavorando notte e giorno.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Lasciare un bel ricordo a tutte le persone che mi circondano e credono in me per quello che fino ad ora ho fatto

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?

Tutto mi piace, però porterei dei contributi concreti, inserendo degli show o eventi

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?

Certo che si perché l’innovazione tecnologica, lo scambio di esperienze aziendali sarà il futuro

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Portando le mie esperienze professionali

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché possa essere di aiuto e incentivo alle mie colleghe donne imprenditrici

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?

Il mio moto è “La vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo”, quindi credere fermamente in un obiettivo della vita aziendale; inoltre si deve abbandonare il presente per credere nel futuro.

Se non ti sei ancora iscritta, iscriviti subito!

www.saloneantonella.com

Silvia Parisse e le sue Leggende di Vetro…

Come ti chiami?
Mi chiamo Silvia Parisse

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Realizzo a mano gioielli con perle in Vetro Veneziano lavorato a lume o soffiato per creazioni dal design inconsueto e a richiesta personalizzato. Creo anche pezzi con perle di vetro antiche.

silvia parisse

Qual’è il nome della tua attività?
Leggende di Vetro Bijoux

Come si svolge la tua attività?
Attraverso una continua ricerca di perle di vetro dalle forme e colori che mi ispirino. Visualizzo il gioiello che voglio realizzare con l’utilizzo certe volte di altri materiali di complemento. Realizzo il gioiello e gli do un nome e lo collego spesso a miti o leggende o comunque ad espressioni letterarie.

Come hai iniziato?
Sembra scontata questa mia risposta: per gioco

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Mi sono affacciata da qualche mese sui social network

Blog, Facebook ed i social fanno parte del tuo mondo?
Sì certo, sono i mezzi che sto utilizzando per veicolare informazioni, immagini, e quant’altro sulla mia attività

LdV immagine Fenice

Hai già avuto esperienze in export?
Ancora no, ma spero presto!

Credi che esportare faccia al caso tuo?
Assolutamente sì, anzi mi auspico proprio questo

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Conoscere competitori europei, creare possibili collaborazioni, in Europa ci siamo, sono fattibili anche i contatti diretti visto che in poche ore si possono raggiungere una miriade di luoghi per incontrarsi.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Incontrarsi, conoscersi, parlare delle rispettive attività e degli obiettivi di ampliamento che ognuna vuole darsi e quindi interagire con i prodotti che ognuna produce per aumentare la propria qualità e potenzialità.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
Cercavo delle particolari minuterie per i miei gioielli che nessun fornitore di semilavorati riusciva a procurarmi e così attraverso una rete di conoscenze ho iniziato una collaborazione con una artigiana orafa di Arezzo

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Comunicazione ad hoc

Qual’è stata una delle più grandi difficoltà che hai incontrato?
Mancanza di fondi per partire

Come hai superato le difficoltà?
Facendo sacrifici incredibili e prestiti personali per far fronte alle spese di partenza, di materiali, di brochures, di sito web etc.

Quale è il tuo sogno per il futuro?
Far crescere la mia attività perché in essa si rispecchia la mia anima creativa, poter far conoscere il mio brand al mondo.

Cosa ti piace dell’iniziativa Open Day Donna?
L’idea di incontrarsi, di ascoltare le esperienze altrui e di portare la propria, di aver la possibilità di trovare suggerimenti da consulenti esperti, di comunicare guardandosi negli occhi

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative?
Certo! Per i motivi che ho già spiegato e perché quando si è convinti di una iniziativa, non bisogna desistere, e poi mi sembra che i risultati dell’anno scorso siano stati splendidi

Come ci aiuterai concretamente a promuovere l’Open Day Donna?
Parlandone con tutte le donne imprenditrici o aspiranti che conosco, parlandone nei social

Perché credi sia bello condividere la tua esperienza?
Perché è una esperienza semplice, di un cammino che ancora ha molte tappe da raggiungere e che ha solo la presunzione di divenire la realizzazione di un sogno

Fai un invito a partecipare all’Open Day Donna?
Incontriamoci, raccontiamoci, ascoltiamo gli esperti e facciamo domande, e poi torniamo al lavoro con qualcosa in più: nuove conoscenze e magari nuove collaborazioni, le donne sanno sempre reinventarsi

Ci vediamo all’Open Day Donna!
Se non ti sei ancora iscritta, iscriviti subito!

www.leggendedivetro.com

Facebook: Leggende di Vetro Bijoux

Twitter: @Leggendedivetro

Susanna: “Sono contenta che ci sia un’occasione per parlare dei talenti delle donne”

Come ti chiami?
Susanna Tomaselli

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Consulenza aziendale in ambito risorse umane

susanna tomaselli

Qual è il nome della tua Attività?
Talent’s Angels S.C.

Come si svolge la tua attività?
Ascoltando le aziende individuo le necessità e propongo delle soluzioni. Quando si tratta di ricerca di personale, mi occupo anche del reclutamento e selezione dei candidati.

Come hai iniziato?
E’ il campo in cui lavoro fin dopo la laurea in psicologia, dopo molti anni, insieme a 3 amiche abbiamo deciso fosse arrivato il tempo di diventare imprenditrici!

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Siamo così orgogliose del nostro sito che si differenzia tra tutti quelli del settore, www.talentsangels.com è innovativo, diverso e divertente. Oltre al sito, usiamo i social, soprattutto Linkedin e Facebook per pubblicizzare le nostre attività, i nostri articoli e le offerte di lavoro

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Quasi tutti, per esempio l’e-commerce è ancora nelle nostre menti più che nelle nostre azioni

Hai già avuto esperienze di Export?
Export….facciamo in modo di esportare i talenti, spesso le nostre aziende clienti ci chiedono professionisti nell’export. Al momento non abbiamo clienti esteri, ma con gli angeli si può andare ovunque!

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Penso ad una grande opportunità che milioni di persone hanno oggi per dare una nuova vita a questo vecchio continente.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Certamente si, nell’ottica che quali esperte del mercato del lavoro italiano possiamo essere utili a chiunque abbia bisogno di confrontarsi con esso.

Fare rete e mettersi in rete  per te è importante?
Abbiamo fondato Talent’s Angels sul network e sarà proprio il network che continueremo a costruire nel prossimo futuro a garantire ed accelerare il nostro successo.
Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Il metodo più efficace è la conoscenza reciproca, dallo scambio nascono le idee, le soluzioni, le nuove proposte.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
Volevamo festeggiare la nascita della nostra società ed avevamo pensato ad una presentazione diversa, in cui ognuna delle 4 socie potesse raccontare cosa facciamo a piccoli gruppi di aziende invitate. Per rendere ancor più interessante quel momento abbiamo chiesto ai nostri partner, consulenti aziendali esperti in diverse aree aziendali, di partecipare. Questa collaborazione si è rivelata efficace e vincente, sono già partiti alcuni progetti che ci vedono impegnati insieme, e siamo solo all’inizio!

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Esperienza! La nostra ma anche quella degli esperti che ci affiancheranno lungo questo cammino. Non siamo tuttologhe, conosciamo il valore della specificità e crediamo che ognuno debba saper riconoscere i propri punti di forza e cercare all’esterno le competenze che non possiede.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
La burocrazia, siamo oramai abituati in Italia, ma è paradossale che per fare impresa e quindi produrre fatturato, bisogna innanzitutto dotarsi di risorse che serviranno solo a gestire i rapporti con lo Stato, con l’agenzia delle Entrate, con l’Inps, con la Camera di Commercio….incredibile!

Come hai superato le difficoltà?
Trovando consulenti in grado di parlare con noi e di risolvere i nostri problemi donandoci tutta la tranquillità necessaria per lavorare al meglio.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Che Talent’s Angels sia conosciuta come la migliore, la più innovativa e la più grande società di consulenza nell’ambito delle risorse umane.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Sono contenta che ci sia un’occasione per parlare dei talenti delle donne

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Credo siano utili per incentivare le donne a cambiare, a reinventarsi, ad intraprendere!

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Partecipando e promuovendo l’evento.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché dalla rete nascono idee, perché spero possa dare coraggio a chi ha la voglia di lanciarsi in nuove sfide.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
Perché sarà sicuramente una bellissima occasione per conoscere altre persone e scambiare idee ed esperienze e far nascere nuove iniziative!

Se non ti sei ancora iscritta, iscriviti subito!

www.talentsangels.com

La tecnologia è il modo migliore per fare rete, ce lo dice Marisa Marigo

Come ti chiami?
Marisa Marigo

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Mi occupo a 360 gradi di Marigo1950, un posto in cui le persone possono trovare il modo per esprimere se stesse.

Qual è il nome della tua Attività?
Marigo 1950

marigo 1950

Come si svolge la tua attività?
In tanti modi, dalla ricerca di marchi originali, alla consulenza finale al cliente affinché esca soddisfatto dei suoi acquisti.

Come hai iniziato?
Ho continuato e migliorato un’attività iniziata da mio nonno, nel secondo dopoguerra.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Utilizziamo Facebook, il nostro Blog, Instagram e Pinterest per promuoverci e arrivare alle persone.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Alcuni di loro già li usiamo, altri stiamo cominciando a conoscerli

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Potrebbe esserlo se riusciamo a comunicare attraverso il web marketing il nostro stile, il nostro mood e la nostra passione per Marigo1950.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Certo, lo scambio di idee, esperienze è sempre importante.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Ormai la tecnologia è il modo migliore per fare rete, riesce ad unire persone che sono distanti fisicamente e hanno poco tempo.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Di entusiasmo, e una continua ricerca per migliorare il servizio al cliente

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Uscire dalla zona di comfort

marisa marigo

Come hai superato le difficoltà?
Con testardaggine

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Un’attività fiorente che dia soddisfazioni e che si possa ingrandire

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
E’ un’ottima un’occasione di confronto.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Condividendo la mia esperienza

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché altre persone possono trarre nuove idee dalle mie esperienze

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
L’unione fa la forza, e in tempi di crisi come oggi ancora di più c’è bisogno di essere unite.

Se non ti sei ancora iscritta, iscriviti subito!

www.marigo1950.com
https://www.facebook.com/marigo1950

Giulia dice: “Per l‘industria dell’ edilizia è importante fare rete, unirsi e collaborare”

Come ti chiami?
La Face Giulia

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Sono un architetto, esperto in ristrutturazioni e restauro dei beni architettonici e ambientali.

Qual è il nome della tua Attività?
Ho creato recentemente una start up che si chiama Ristrutturazione Chilometro Zero, un portale online nazionale italiano che promuove l’ecosostenibilità in chiave kmzero legato alle ristrutturazioni

giulia la face

Come si svolge la tua attività?
Curo il back office della piattaforma e le sue relazioni pubbliche. Faccio anche la libera professione come architetto.

Come hai iniziato?
Ho iniziato lavorando all’estero in Portogallo, e dopo 10 anni sono rimpatriata.Sono arrivata a Marzo dell’anno scorso.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
La mia start up è interamente tecnologica, è un sito online che ho creato e che è online da Aprile di questo anno, facendomi aiutare dai web designer. Funziona come piattaforma di incontro per le ristrutturazioni edili in chiave ecosostenibile.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Certamente! Tantissimo! Sono utilissimi strumenti di promozione e coinvolgimento della community di attori che intervengono nelle ristrutturazioni.

Hai già avuto esperienze di Export?
Ancora no, ma mi piacerebbe molto.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Credo di si, anche perché sento tante aziende italiane che esportano l’80 percento del fatturato e riescono in questo modo a sopravvivere alla crisi che c’è in Italia.

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Penso ad un accordo tra stati per promuovere la pace tra le popolazioni appartenenti. Ma penso anche che su tante politiche di coesione soprattutto sociale, debbano ancora lavorare molto.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Certamente! Ho già pensato che il sito può essere perfettamente adattato e divulgato nel mercato europeo e mondiale.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Molto, sono profondamente convinta che per esempio per l‘industria dell’ edilizia è importante fare rete, unirsi e collaborare per superare questo momento di stallo.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Usare internet è un buon modo per conoscersi e sentirsi vicini anche vivendo in posti tra loro lontani, e scambiarsi le migliori esperienze.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
La mia start up ha vinto due premi al GoToWeb Talent di Latina, Premio Innovazione e Premio Creatività.

Giulia La Face KM0

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Sto lavorando ora per implementare il marketing dalla start up e mi piacerebbe avere il supporto dei senior per capire come migliorarla.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Finora nessuna grande difficoltà, l’unica forse è la resistenza della gente a credere all’innovazione e alle soluzioni di problemi in chiave tecnologica. Mi dicono spesso: “ma noi abbiamo sempre fatto cosi..” e questo è un cambiamento radicale di mentalità che a volte risulta difficile. Ieri sentivo un’imprenditrice donna di Treviso che diceva che l’Italia è un paese di vecchi.

Come hai superato le difficoltà? Ogni giorno cerco di spigare il mio punto di vista e di cosa innovi il mercato di riferimento. Credo che i giovani siano la chiave per superare e vedere oltre la crisi e meritano secondo me di essere presi in considerazione e promossi.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Il mio sogno è seguire la mia startup a tempo intero, che a quel punto sarà una grossa azienda che crea posti di lavoro.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Che parla della donna imprenditrice, una merce rara J La donna più dell’uomo è brava in tempi di crisi perché sa dare risposte innovative a problemi complessi pensando soluzioni complesse; è un dato di fatto.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative?
Assolutamente si.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Farò dei post nei miei canali social, Facebook, Linkedin, Twitter e Google Plus.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché credo che alle donne giovani imprenditrici possa servire sapere che c’è chi con coraggio intraprende il cammino inverso e tortuoso e torna in patria in momento di crisi, per rimettersi in gioco nel proprio paese.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perché partecipare all’Open Day Donna?
Venite a conoscere le grandi imprenditrici femminili del paese che con coraggio ogni giorno portano con grinta avanti la loro attività e vieni a sentire direttamente la loro esperienza di vita e professionale. Lasciati ispirare!

Ci vediamo all’Open Day Donna, se non l’hai ancora fatto: iscriviti subito!

Sito web: http://ristrutturazionechilometrizero.it/