Il suo sogno? Creare un centro polivalente per aiutare i disabili e le loro famiglie.

Il suo sogno? Creare un centro polivalente per aiutare i disabili e le loro famiglie.

Come ti chiami?
Luciana Chioatto

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Di cooperazione e formazione all’imprenditoria soprattutto al femminile.

Qual è il nome della tua Attività?
A.U. delle cooperative CO.VE.S. Coop. Sociale e C.N.S.C. Soc.Coop. e sono vicepresidente di Il Girotondo Soc. Coop. Sociale.

cooperativa Girotondo 2013

Come si svolge la tua attività?
Coordinamento di Attività di assistenza sociosanitaria e psicoclinica e di assistenza allo start-up e sviluppo di cooperative.

Come hai iniziato?
Entrando a far parte di una Associazione di cooperative

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Attraverso web, facebook.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Si ma solo alcuni di questi.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Posso esportare solo la mia esperienza.

Se ti dico Europa a cosa pensi?
A un possibile incremento di attività di lavoro per i giovani.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Forse nei paesi nei quali non è presente una forma di assistenza alla persona avanzata. Ma sicuramente può esserlo per cooperative di altri settori.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
E’ importantissimo al giorno d’oggi, da soli non si fa più niente, specie se non sei ” grande”.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Cercando di non coartare gli altri e di non essere coartato,ma molti non lo hanno ancora capito. (ndr. significato di coartare link)

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
La collaborazione più proficua è stata tra le mie due cooperative sociali e un’associazione di volontariato e un’associazione di cooperative sul piano formativo e progettuale.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Di una minore burocrazia e di qualche contributo pubblico o privato per iniziare nuove attività.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
I ritardi nei pagamenti da parte della pubblica amministrazione e la perdita di un appalto che era la fonte principale della nostra attività.

Come hai superato le difficoltà?
Tutto il CdA ha rinunciato al proprio compenso a favore del personale (140 persone, per lo più donne) e attraverso costose anticipazioni bancarie.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Creare un centro polivalente per aiutare i disabili e le loro famiglie affinchè trovino uno spazio lavorativo protetto.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Non la conosco a fondo, ma la ritengo un’ importante occasione di scambio di esperienze

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Sì, è utile per sensibilzzare le donne che possono promuoversi con iniziative proprie.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Pubblicizzando l’iniziativa presso le cooperative di mia conoscenza.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
E’ un’esperienza che potrà essere utile per giovani donne che abbiano voglia di intraprendere qualche attività di assistenza, anche se in questo momento di crisi, sembra che solo le grosse cooperative abbiano spazio e finanziamenti per affrontare il mercato.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
E’ importante la partecipazione delle donne ad una manifestazione che consente un positivo scambio di esperienze di imprenditorialità al femminile con acquisizione di idee e progettualità. E’ inoltre importante occasione di incontro culturale e di incoraggiamento, nursery all’avvio di nuove realtà anche innovative.

Ci vediamo all’ Open Day Donna!!! Se non l’hai ancora fatto, iscriviti!

Luciana Chioatto

Articoli consigliati:

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>