scarpe per il ballo Archives - Open Day Donna

Katia Pizzocaro di Paoul: “La nostra azienda esporta da circa trent’anni”

Come ti chiami?
Katia Pizzocaro

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Amministro, insieme a mia madre e mia sorella, l’attività di famiglia. In particolare, mi occupo del comparto amministrativo e commerciale.

katia pizzocaro paoul

Qual è il nome della tua Attività?
PAOUL

Come si svolge la tua attività?
PAOUL è un’azienda che si occupa della produzione artigianale di calzature per il ballo, le cerimonie ed il teatro dal 1967.
La mia personale attività richiede competenze economiche e relazionali per curare l’area amministrativa e finanziaria dell’azienda e per gestire i rapporti con clienti e consulenti che vi gravitano attorno.

Come hai iniziato?
Vivo l’azienda da quando sono nata in quanto mio padre ne è stato il fondatore e mia madre sua ideale collaboratrice. Oggi, in seguito alla perdita di nostro padre, io e mia sorella Cinzia la affianchiamo nella gestione occupandoci ciascuna di differenti aspetti. Ho ufficialmente fatto ingresso in azienda dopo la laurea in Scienze Politiche ad indirizzo economico nell’anno 2004.

logo paoul scarpe da ballo

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti? Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
La nostra azienda sta promuovendo la sua immagine attraverso un sito innovativo ed accattivante, dotato di shop online, e diversi social network per creare un’interazione con gli utenti. Utilizziamo inoltre parallelamente newsletter informative che tengano fidelizzati i contatti aziendali.

Hai già avuto esperienze di Export?
La nostra azienda esporta da circa trent’anni. La sfida che stiamo portando avanti in questi ultimi anni è intensificare tale attività. In particolare, sono felice di avere recentemente concluso un rapporto di collaborazione con un nuovo distributore russo. Ora puntiamo su America e Asia, già parzialmente gestite, per mezzo di nostre attive collaboratrici.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Certamente. La nostra filosofia aziendale mira a conservare la produzione nel territorio italiano e questo comporta ingenti costi di produzione e gestione pertanto il prezzo di vendita al consumatore non può competere con un prodotto d’importazione e questo a volte è penalizzante. Orientare la mira, anche all’estero, ci permette di proteggere il nostro amato made in Italy facendolo apprezzare ad una clientela appassionata.

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Penso all’intreccio di relazioni e culture. Penso alla bellezza di queste terre, all’amore per l’arte e per l’artigianato. Penso che siamo molto fortunati a vivere in questo territorio.

cuoio paoul scarpe da ballo

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Il nostro fatturato estero viene distribuito in gran parte d’Europa. E’ bello osservare come il gusto si modifichi in funzione al territorio.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Ritengo di si perché credo nella condivisione di idee che permettano, insieme, di creare e sviluppare nuovi progetti.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Credo che la donna, sebbene molto competitiva, sappia accorgersi dell’importanza di fare squadra per raggiungere obiettivi comuni. Ritengo sia fondamentale gestire ambiti diversi ove ogni area sia curata con le migliori competenze. Ritengo fondamentale incontrarsi per dare report di ciascuna area, discutere modalità di sviluppo e puntare ad obiettivi ritenuti interessanti per il team.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
Sono orgogliosa di parlare della mia famiglia per la capacità, ritengo vincente, di essersi riorganizzata seppure con grande difficoltà dopo la perdita di nostro padre. Ci siamo assegnate delle competenze specifiche dove ognuna di noi è la responsabile. Periodicamente, soprattutto per giungere a decisioni importanti, ci riuniamo per analizzare il problema da risolvere e osserviamo tutte le sfumature al fine di perseguire il migliore scopo. Allo stesso modo, all’interno del nostro ufficio, ogni collaboratrice è responsabile di un’area di lavoro specifica e periodicamente otteniamo report del progetto da sviluppare al fine di monitorare l’andamento delle “idee” tutte insieme. E’ bello osservare quanto le dinamiche e gli avvenimenti interessino le collaboratrici in prima persona e come il loro contributo sia fondamentale per l’azienda.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
In questo momento stiamo investendo molto in termini di energie e risorse per sviluppare l’azienda. Mi piacerebbe ottenere un maggior supporto da parte di istituzioni ed istituti di credito su finanziamenti di progetti innovativi che potrebbero far crescere l’azienda e di conseguenza incrementare i posti di lavoro.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Comprendere il corretto prezzo di vendita da applicare per ogni modello, individuando l’incidenza di costi di produzione ed indiretti oltre ai fattori di rischio.

Come hai superato le difficoltà?
Insieme a mia sorella abbiamo ripetuto le rilevazioni di tempi di manodopera e valorizzati in costi, aggiornato il gestionale con gli ultimi prezzi di acquisto dei materiali, analizzato il bilancio per integrare i costi indiretti e fattori di rischio. Abbiamo successivamente cercato di appurare il reale guadagno sul singolo prezzo prodotto. L’analisi accurata, grazie alla consulenza di professionisti esperti, ci ha permesso di comprendere come i costi siano incrementati negli ultimi dieci anni e come essi abbiano pesantemente eroso il guadagno aziendale. Per questa ragione abbiamo avviato delle manovre correttive ed ora, in modo attento e tempestivo, siamo in grado di valutare con più semplicità questo aspetto.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
In questo momento penso ad una famiglia che possa gratificare anche la mia sensibilità di donna. Dedico anima e corpo al mio lavoro, che mi regala ogni giorno soddisfazioni meravigliose, ma vorrei portare ulteriore linfa anche con quest’altra esperienza di vita.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Il far parlare della donna come creatura intraprendente e dalle grandi capacità.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Certamente, per dare fiducia e prospettiva anche ad altre donne.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Posso condividerla tramite la mia rete.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché credo sia una delle tante che possa incuriosire e fare riflettere.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
Partecipate per mettere in gioco voi stesse!

Ci vediamo all’Open Day Donna! Se non ti sei ancora iscritta iscriviti subito!

Web: http://www.paoul.com
Facebook: https://www.facebook.com/paoul.paoul