Blog OpenDayDonna - Imprenditoria Femminile Padova

Ecco le opere pittoriche su seta di Nicoletta Paccagnella

Salve a tutte, sono Nicoletta Paccagnella, la mia attività consiste principalmente nella realizzazione di opere pittoriche su seta quali foulard, strangolini sciarpe e parei, ma non escludendo pezzi di arredo per la casa, tutti pezzi unici eseguiti interamente a mano partendo dalla seta bianca.

nicoletta paccagnella

Come si chiama la tua attività?
Il nome della mia attività è “Petali e Seta”

La mia attività si svolge per l’appunto utilizzando la tecnica pittorica del “serti” oltre alla cura delle rifiniture eseguite tutte a mano.

logo petali e seta nicoletta paccagnella

Come hai iniziato?
L’inizio, per quanto riguarda il percorso artistico, è stato quasi per caso circa 10 anni fa. La partita Iva e quindi l’attività legata alla parte commerciale vera a propria, è stata aperta nel 2010.

Promuovo la mia attività utilizzando i social network quali Facebook, Pinterest e attualmente un negozio on-line oltre ad esserci due negozi “fisici” (uno a Padova -Bottoni e Bottoni- e uno in Puglia -Bagliori-) le cui titolari, che sono donne, hanno creduto in me e nella mia arte e hanno scelto di proporre la vendita delle mie opere all’interno dei loro negozi.

Essendo un’artista, e quindi non essendo molto ferrata nell’utilizzo dei mezzi informatici, mi affido a persone che hanno competenza, e comunque in parte mi attivo anche io.

seta dipinta a mano

Esportare nei paesi europei può essere un’opportunità per te?
Avendo finora avuto il regime fiscale dei minimi non ho potuto estendere il mio giro di affari al  mercato estero, cosa peraltro che intendo fare a brevissimo termine.
Vista la peculiarità dei prodotti da me realizzati, ritengo che per la mia azienda esportare all’estero sia una grande opportunità. Per me l’Europa è un mercato che, se ben utilizzato e se riesci ad entrare nei canali giusti, può dare grosse opportunità.

Fare rete fra donne quanto è importante?
Fare rete è sicuramente importante commercialmente parlando, bisogna saperlo fare. Ad ognuno il suo mestiere. Riuscire a fare rete fra donne può essere una grossa opportunità, se si riesce a creare sinergie e interazione, sia online che offline. Ad esempio online è molto utile collegarsi con attività affini per far crescere il proprio ranking.

Fino a oggi ho avuto modo di collaborare con un paio di negozi in Italia, adesso mi si sta prospettando una nuova opportunità nel mercato estero ed ho tutte le intenzioni di coglierla e di portarla avanti al meglio.

Cosa serve alla tua attività per crescere?
Secondo me la mia attività, essendo un po’ anomala come genere trattandosi di articoli artistici e realizzati a pezzo unico, può crescere nel momento in cui troverò partners che credono nel mio business e hanno voglia di investire su di me nel settore vendite.

Qual’è stata la tua più grande difficoltà?
La grande difficoltà per la mia attività e penso anche per le altre è il fatto di trovarsi in Italia, con tutte le difficoltà fiscali e burocratiche che tendono a soffocare piuttosto che a promuovere e agevolare il nostro sviluppo, infatti spesso le aziende sono portate avanti grazie al cuore ed alla passione che gli imprenditori e le imprenditrici ci mettono.
Il superamento di tali difficoltà è un ‘work in progress’

Un tuo sogno per il futuro?
Le mie creazioni indossate da ogni donna che vuole sentirsi unica, e l’apertura di punti vendita nelle città di punta nel mercato mondiale perché quel che faccio è assolutamente unico!

Dell’iniziativa “Open Day Donna” mi piace l’opportunità di confrontarmi con altre realtà e avere la possibilità di crescere e avere nuovi contatti.
Credo che tutte le iniziative di questo genere valgano la pena di essere promosse e portate avanti perchè ritengo che tutto serve, sempre! Il mare è composto da tante piccole gocce d’acqua… così noi donne insieme all’Open Day Donna possiamo fare molto!

Credo sia bello mettere in rete la mia esperienza perché ogni storia ha i suoi risvolti e le sue sfaccettature che possono risultare utili ad altre donne che stanno pensando di intraprendere questo cammino.
Partecipare all’Open Day Donna è sicuramente un’opportunità! perché rinunciare?

Ci vediamo all’Open Day Donna, se non l’hai ancora fatto Iscriviti subito cliccando qui!

www.petalieseta.it
https://www.facebook.com/pages/Foulard-Petali-e-Seta/189958677709593

Katia Zuanon di Prayers scrive preghiere su tele antiche per accompagnarti nel sogno…

Come ti chiami?
Mi chiamo Katia Zuanon, ho 40 anni e sono mamma di Anastasia e Tommaso e moglie di Maurizio. Mi piace descrivermi con loro perché sono parte della mia identità.

prayers di katia zuanon

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Mi occupo di Viaggi da 20 anni e faccio danza afro da 15. Il Viaggio ha stimolato e arricchito la mia passione per l’etnologia e antropologia culturale sino a farla diventare espressione negli “oggetti” che produco e nei viaggi che organizzo.

Qual è il nome della tua Attività? Come si svolge la tua attività?
Prayers è ora la mia principale attività, scrivo e serigrafo preghiere nelle loro lingue d’origine su coperte realizzate in materiali naturali, da indossare in momenti di riposo e raccoglimento ponendo la scritta nella parte che si appoggia al cuore affinchè ci accompagni in un riposo più grande, invocativo. Al momento organizzo temporary shop in location di prestigio in occasioni singolari come il Fuorisalone di Milano di Aprile.

Come hai iniziato?
Scrivendo preghiere su tele antiche comprate nei viaggi e stendendole sui miei figli la sera per accompagnarli nel sogno.

coperte con pregiere di katia zuanon

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Il sito, e.commerce,facebook e alcuni siti di charme inerenti alla mia proposta.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing e l’E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Si li sto usando e penso possano essere uno strumento interessante.

Hai già avuto esperienze di Export?
Ho fatto esperienze all’estero in Spagna e Francia.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Certo, già il nome in inglese parla di questa intenzione.

Se ti dico Europa a cosa pensi?
A tante preghiere in tante lingue diverse.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Certo, non solo per la mia attività, ma anche per la mia crescita personale. Indagando le culture dei luoghi e le varie tradizioni, cercando di riportarle in vita in maniera nuova;lo scenario europeo è sicuramente molto interessante.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Si, è molto importante, bisogna però che l’intento che unisce chi desidera fare rete sia profondamente condiviso.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
È sicuramente trovare una complicità autentica.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente.
Tutte le volte che mi sono trovata a lavorare con persone giovani, autentiche e creative. Intente ad esprimersi nel loro lato migliore.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Di tempo e pazienza.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Riuscire a cucire le prime coperte perché non lo sapevo fare e se lo chiedevo a qualcuno pensavano fossi pazza.

azienda prayers di katia zuanon

Come hai superato le difficoltà?
Imparando a cucire e mostrando i modelli che volevo realizzare a delle persone molto abili che mi hanno aiutata a creare un buon prodotto.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Poter comunicare e vivere il mio progetto in più paesi possibili.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
L’opportunità di poter incontrare tante donne che hanno voglia di esprimersi e di manifestarsi.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Certamente si perché sono uno stimolo e un appoggio importante per la creatività femminile.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Con il mio progetto e il mio entusiasmo.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perche nasce dal cuore.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
Ogni occasione di incontro è un opportunità di crescita, quindi non mancate!

Se non ti sei ancora iscritta all’Open Day Donna, iscriviti subito!

Katia Zuanon

https://www.facebook.com/pages/Prayers/1391353494443172

http://www.prayerscollection.com/

Perché un Open Day Donna? La presidente Stefania Brogin risponde.

C’è davvero bisogno di dedicare una giornata intera alle donne ed alla loro capacità imprenditoriale di emergere, di farcela, di mettersi in gioco?
Noi crediamo di sì! Le donne hanno creatività, sensibilità, passione, coraggio. Sanno anticipare i tempi e le tendenze, hanno risorse e talenti per affrontare le sfide di un mercato complesso e globalizzato. Creano business e impresa ascoltando i bisogni di un mercato che cambia e lo fanno mettendo in campo valori quali il senso del bene comune, la condivisione, la tutela ambientale, lo sguardo verso le generazioni future e l’ascolto, adottando modelli organizzativi e processi decisionali più inclusivi e partecipativi. Rappresentano la leadership e il modello di sviluppo economico del futuro.

foto stefania brogin presidente comitato imprenditoria femminile camera di commercio di padova

Stefania Brogin, Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile di Padova

Proprio per questo dedichiamo una intera giornata a tutte voi, in cui esserci e partecipare significa investire su se stesse e sul proprio progetto professionale, per realizzare un’impresa di successo che superi la fase di avvio e cresca nel tempo.

Fare impresa non è improvvisazione, ancor di più per una donna acrobata tra lavoro e impegni familiari. La sola idea non fa un progetto vincente, l’idea è solo l’inizio, in questa fase iniziale della vostra attività vogliamo aiutarvi e fare il massimo per voi!

Se hai piacere di seguirci ti accompagniamo con percorsi e attività formative di management, opportunità di confronto con altre imprenditrici e con formatori/consulenti qualificati, per aiutarti ad affrontare con consapevolezza il rischio d’impresa.

Open Day Donna nasce dall’idea che ho lanciato nel mio mandato di Presidente del Comitato IF Padova . L’idea è stata immediatamente condivisa e abbracciata da tutto il gruppo affiatato delle imprenditrici rappresentanti di categoria del Comitato Imprenditoria Femminile di Padova. E’ispirato dai tempi che stiamo vivendo, in cui l’informazione, la formazione continua in tutte le materie d’impresa, la costruzione della la propria cassetta degli attrezzi, lo scambio di esperienze e informazioni e la collaborazione sono davvero importanti.

Tutto questo serve per partire col piede giusto, essere competitive e innovative quando abbiamo una attività. Noi siamo imprenditrici come te, conosciamo e viviamo le difficoltà di superare costantemente ostacoli e competere con la concorrenza e vogliamo aiutarti!

Facciamo tante altre attività durante l’anno ma l’Open Day Donna è l’appuntamento in cui concentriamo il massimo degli sforzi e delle risorse perché tu sei la protagonista, e grazie a te questa iniziativa ha successo, cresce e si trasforma ad ogni edizione!

L’Open Day Donna vive della tua intraprendenza, del tuo entusiasmo, della volontà di superare gli ostacoli e le incertezze, di cercare soluzioni, di mettere a frutto la tua creatività, della capacità di trovare nuove opportunità e nuove collaborazioni.

Quest’anno abbiamo implementato le attività inserendo tante novità. Questa è la terza edizione, l’evento si è evoluto arricchendosi di contenuti aggiornati che anticipano anche le esigenze formative emergenti. Quest’anno puntiamo sull’internazionalizzazione per aiutarti a cominciare a capire come si deve fare per esportare, quali sono i primi passi , fare una check list di punti su cui agire. Se già esporti ma non in modo continuativo ti diamo gli strumenti per fare strategia e implementare la tua quota di mercato estero, se sei già presente e presidi dei mercati ti aiutiamo a espanderti o a innovarti. L’internazionalizzazione è a misura di tutte le partecipanti all’Open Day Donna, tutto questo per prepararti anche all’evento mondiale di Expo 2015, in cui milioni di visitatori e imprenditori raggiungeranno il nostro Paese e vorranno scoprire il nostro Made in Italy.

Ti aiutiamo perciò a non perdere questa opportunità, ti invitiamo perciò ad aprirti verso nuove opportunità.

Con l’Open Day Donna abbiamo deciso di presentarti anche le opportunità della nuova Programmazione Europea, il mercato estero a noi di “vicino” e ti proponiamo un’iniziativa per vivere da imprenditore un’esperienza di scambio con l’estero attraverso l’iniziativa Erasmus per Imprenditori.

Durante l’evento di mercoledì 1° Ottobre, al quale ti invito ad iscriverti immediatamente se non l’hai già fatto (ISCRIVITI SUBITO Clicca qui!), abbiamo previsto un’offerta di oltre 30 seminari in 3 spazi dedicati per aiutarti a far crescere e prosperare la tua attività.

Questi seminari affronteranno gli argomenti che sono stati da voi richiesti, abbiamo seminari di marketing e comunicazione oltre che su organizzazione e accesso al credito e ci sarà anche l’opportunità di attivare collaborazioni vincenti con il MATCHING un appuntamento specifico per fare network fra donne dalle ore 19,30 alle 21.00

Ogni fase dell’evento è un’opportunità per te, gli spazi del Gran Teatro Geox (in Corso Australia) ti consentono di trascorrere la giornata e condividere attività e momenti di scambio per apprendere facendo rete. Appositi seminari tratteranno come fare rete, come usare i social network per fare Business, come fare export, come accedere ai finanziamenti, se vuoi scoprire tutta la lista dei seminari qui puoi trovare il programma completo.

Un seminario inoltre presenterà l’iniziativa We Women for Expo Milano 2015, perché desideriamo introdurti nella rete mondiale delle donne di Expo, un’occasione importante per conoscere anche i Bandi per le start up femminili e le imprese. Questo è avvenuto grazie al patrocinio con Expo 2015 e We Women for Expo e all’importanza acquisita nel tempo dell’evento Open day Donna.

Noi imprenditrici del Comitato, i formatori, i consulenti e lo staff dell’evento saremo lì per incontrarti e offrirti MENTORING, conoscerti e consigliarti!

Partecipa! ISCRIVITI SUBITO all’Open Day Donna, clicca qui!

Qualsiasi iniziativa seguirai durante l’Open Day Donna di mercoledì 1 Ottobre, che sia un seminario o un brainstorming, tutte le attività sono unite da un file rouge che è dato dalla voglia di fare, di imparare e di migliorare insieme, convinte che anche le più grandi sfide possono essere affrontate.

L’evento vive, dal suo inizio fino a sera inoltrata, grazie a te ed a tutte le partecipanti che ne scandiranno i ritmi, le pause, i tempi.

Il Focus è sul proprio business, ma è anche un momento di confronto con chi le nostre sfide le ha già superate ed affrontate con successo.

Stiamo ricevendo i tuoi racconti, li trovi qui online sul Blog https://www.opendaydonna.it/. Se non hai ancora raccontato la tua storia visita la sezione “#Raccontati”.

Queste storie ci emozionano, sono speciali, ogni racconto è unico nel suo percorso ma accomunato da un sentire, un fare, un fare bene, una passione ed un amore per il proprio lavoro, e proprio da una capacità favolosa di prepararsi alle sfide della vita che solo le donne hanno.

Questo Blog rafforza sicuramente la volontà di far emergere la forza, la volontà, la grinta, il sacrificio, il sogno, la determinazione e la preparazione delle donne, donne che considero speciali. Potermi sentire insieme al Comitato ed a tutto lo staff come strumento utile per voi e per la vostra carriera professionale/personale di crescita per me è davvero un bel regalo.

Anche quest’anno avremo una Testimonial che condivide i valori del progetto Open Day Donna, ma il nome lo sveleremo a breve.

logo comitato imprenditoria femminile padova

Anche se ci capita di spaventarci, di cadere e di continuare a sfidare i nostri limiti, viviamo sempre in prima persona ed in prima linea la nostra impresa, coinvolgendo chi ci vive accanto come solo noi donne riusciamo a fare!

Le storie che stiamo raccontando sono tutte bellissime, leggendole mi sono emozionata, l’Open Day Donna è sentito tale e quale lo avevo immaginato e anche le migliorie apportate quest’anno confermano che risponde e segue le vere necessità delle imprenditrici.

Ci vediamo il 1° Ottobre insieme a centinaia di donne se non ci siamo ancora conosciute dal vivo per me e per tutto il Comitato Imprenditoria Femminile di Padova sarà un piacere conoscerti.

Partecipa! ISCRIVITI SUBITO all’Open Day Donna, clicca qui!

Un abbraccio

Stefania Brogin
Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile

L’unione fa la forza se nessuna delle due vuole essere prima dell’altra. Questa l’idea per collaborare di Piera Gabrieli

Come ti chiami?
Piera Gabrieli

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Realizzo modelli e cartamodelli per persone che vogliono sentirsi uniche ed originali. E collaboro con aziende del settore tessile per consulenze modellistiche e stilistiche. Dal 2012 ho registrato e depositato il mio marchio con logo alla Camera di Commercio di Padova: “Piera Gabrieli”. Sono sia modellista che stilista.

piera gabrieli

Come si svolge la tua attività?
Ricerco i materiali e gli accessori, creo gli schizzi, realizzo i cartamodelli, confeziono i capi per eventuale produzione.

Come hai iniziato?
Ho iniziato nel 2012, desideravo portare la mia creatività e conoscenza al mercato italiano ed estero.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Ho creato un sito e-commerce ed un sito artistico.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività? Raccontaci come li usi.
Sì, essi sono gli strumenti che più uso per promuovermi, oltre che partecipare a fiere/mostre/saloni internazionali. Cerco di pubblicare alcune foto delle mie creazioni combinate con alcune mie poesie.

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Germania, Spagna, Inghilterra sono i Paesi più favorevole alla commercializzazione dei miei prodotti.

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Sì, molto… avendo il tempo per connettersi con altre aziende si recuperano sforzi e possibilità.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Cercare di avere fiducia l’un l’altra. Pazientare, dialogare insieme per risolvere difficoltà, analizzare i percorsi con calma e serietà, non tenersi fuori da nessun argomento, conoscere tutto il progetto per collaborare senza problemi.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente.
Non so se sia stata vincente, ma nell’ultima collaborazione con un’amica confezionista ho compreso che l’unione fa la forza se nessuna delle due vuole essere prima dell’altra. Una collaborazione vincente l’ho avuta con una cara amica fotografa, abbiamo realizzato qualcosa di grande impegnando le nostre forze: a lei serviva un Book per il suo Portfolio espositivo di presentazione, e a me servivano le foto dei capi da inserire nel sito. Straordinario lavoro, direi proprio una collaborazione vincente.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Mi mancano i clienti… dovrei fatturare per avere la possibilità di creare cose nuove partendo dalle molte idee che ho.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
Una delle più grandi difficoltà che sto affrontando proprio adesso è: la mancanza di fondi per andare avanti.

Come hai superato le difficoltà?
Con l’aiuto di persone che mi sono vicine, le quali non hanno mancato di aiutarmi per continuare il mio cammino di imprenditrice.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Vendere in Italia e all’estero che dia soddisfazione e faccia sentire le persone belle.

piera gabrieli stilista padova

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Tutto

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Sì, credo di sì. L’iniziativa culmina in conoscenze che immancabilmente sono necessarie per noi donne. Mica sappiamo tutto! :)

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Sono disponibile anche a collaborare con il Comitato Imprenditoria Femminile, e con le scuole affrontando tematiche dell’insegnamento del mio lavoro (modellista e stilista), soprattutto per ciò che riguarda modelleria e portare gli studenti nel mondo del lavoro con cognizione e responsabilità maggiori.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
La mia esperienza è la mia storia di donna che ha combattuto e combatte ancora. Lo faccio per portare al mondo un segno di sè tramite le mie creazioni, dopo un tirocinio ed un percorso duro e vario, dove ho dovuto sopportare intolleranze da parte di alcuni colleghi, dove attraverso la mia ribellione mi sono espressa al meglio per poi trovare un equilibrio strada facendo.
Penso che ogni donna abbia dentro di sè la propria voglia di fare e di creatività, la propria voglia di scrivere, ma a volte non sa come trasmetterla. Io ho trovato un metodo infallibile per esprimere me stessa, mi esprimo tramite le mie poesie per svelare il mondo che vorrei diverso.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
All’ Open Day Donna si apre una possibilità di interagire con altre colleghe, e già questo è molto positivo. Interagire con altre persone per darsi un’opportunità per superare quegli ostacoli che ci sembrano insormontabili quando si è sole.
Iscriviti qui all’ Open Day Donna, sarà un piacere incontrarci!

Piera Gabrieli
Correzzola (PD)

www.pieragabrieli.it
Facebook: https://www.facebook.com/Piera.Gabrieli.stilista
Linkedin: it.linkedin.com/in/pieragabrieli/

Fabiana Failla di Monellì Venezia crea con passione borsette personalizzate e uniche per donne che amano sentirsi speciali

Come ti chiami?
Fabiana Failla

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Della mia passione, realizzare borsette uniche per donne che amano sentirsi speciali.

fabiana failli

Qual è il nome della tua Attività?
Monellì

LOGO MONELLI venezia

Come si svolge la tua attività?
Partendo dalla realizzazione del disegno, si passa alla scelta dei pellami e delle finiture della borsa fino alla sua creazione in laboratorio dove la vediamo nascere dalle mani dei nostri artigiani. Ogni volta è un’emozione!

Come hai iniziato?
Quando aspettavamo la nostra prima figlia io e mio marito abbiamo creato il marchio ispirandoci al nomignolo che avevamno dato alla piccola prima di sapere che fosse una femmina: Monellì (da monella perchè si muoveva molto nel mio grembo), da qui poi il logo con il bimbo e la bimba. Il tutto nasce dalla passione, dall’amore per tutto ciò che è bello e dalla voglia di esaudire i sogni delle Donne, infatti, il nostro punto di forza è la creazione della linea ComeTuLaVuoi, borsette personalizzate ed uniche che creiamo insieme alle nostre clienti soddisfando le loro esigenze. L’artigianalità dei nostri prodotti ce lo permette.

lavorazione artigianale borse personalizzate1

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Sono state una grande risorsa per permetterci di acquisire notorietà, le stiamo sfruttando molto.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Certo, soprattutto Facebook è stato per noi insieme a Pinterest un valido strumento per far capire i nostri prodotti; un esempio, poter pubblicare video dove le nostre clienti possono seguire passo dopo passo la creazione della loro borsa per noi è stato importantissimo!

Hai già avuto esperienze di Export?
No

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
Sicuramente si

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Nuove strade,nuove occasioni

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Potrebbe esserlo, perché forse mercati più lontani a noi in realtà possono essere più vicini

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Moltissimo, farsi vedere è fondamentale, se poi lo si fa al meglio lo è ancora di più; e per riuscire nel farlo al meglio
le collaborazioni e gli scambi sono utilissimi.

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Ascoltarsi e collaborare senza invidie e paure. Unirsi per lavorare insieme ha sempre dato buoni risultati nella nostra piccola grande esperienza.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente.
All’inizio della nostra attività, quando c’era “tutto da fare”, siamo riusciti a creare un team eterogeneo di lavoro che ha unito professionisti in diversi amibiti: i nostri artigiani, il nostro web designer, il nostro fotografo… figure chiave per poter creare, far conoscere e far crescere il nostro brand.

monelli foto borse personalizzate

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Nuovi canali conmmerciali; capitali.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
L’inizio dell’attività.

Come hai superato le difficoltà?
Con una buona dose di incoscenza, molta passione e tanto sudore.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Dopo aver disegnato delle borsette dedicate a donne famose quali la Duchessa Kate Middleton e la First Lady Michelle Obama, le quali sono state entrambe omaggiate delle creazioni Monellì loro dedicate; con grande soddisfazione abbiamo ricevuto una lettera di ringraziamento dagli uffici della Duchessa di Cambridge; il prossimo sogno è realizzare una Monellì dedicata alla Regina Rania di Giordania.

Cosa ti piace dell’iniziativa Open Day Donna?
L’energia positiva che si respira nel corso dell’evento dove tutto sembra possibile, questa è la forza delle Donne insieme.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Certo, io ne ho tratto diversi contatti dai quali sono sorte valide collaborazioni e anche scambi d’opinione utilissimi.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Con la comunicazione, nella quale credo moltissimo, più un’informazione viene diffusa maggiore sarà il suo valore.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perchè è un’esperienza che racconta di creatività e di passione.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
Perchè si tratta di un’iniziativa dove si possono creare contatti nuovi e interessanti. Da soli si può fare tanto ma insieme di più.

Altro sulla nostra azienda potete trovarlo online:

Il nostro sito web http://monellivenezia.it/

pagina facebook https://www.facebook.com/monelli.venice

Se non l’hai ancora fatto corri ad iscriverti online, e conosciamoci dal vivo! => Iscriviti subito (clicca qui)

Collaborazione di persone competenti in diversi settori. Per crescere serve questo, lo dice Michela Busana

Come ti chiami?
Michela Busana

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Sinergie in ambito turistico tramite l’Associazione Vivere Arte

michela busana

Come si svolge la tua attività?
Ricerca di soluzioni economiche e confortevoli di alloggi turistici e rapporto del turista con il territorio.

Come hai iniziato?
Dopo una rivoluzione nella mia vita che mi ha espulso dall’ambito delle mie competenze (azienda di famiglia nella segnaletica stradale e azienda con “socio” giocatore compulsivo), sfruttando l’unica risorsa disponibile che mi era rimasta, la mia abitazione, che ho adibito a Bed and Breakfast. Da questa mia prima esperienza è nata la sensibilità per le esigenze delle persone in viaggio. La mia attenzione è rivolta in particolare a coloro che viaggiano per lavoro, studio, salute e chi desidera conoscere il nostro territorio anche non disponendo di notevoli possibilità economiche.
Condizione tipica della maggioranza di noi donne. Ecco il perché dell’Associazione Vivere Arte per le Donne con la valigia.

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Sto cercando di rendere visibile la mia iniziativa attraverso un sito web, il mio profilo facebook, linkeding, twitter, pinterest.

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività? Raccontaci come li usi.
Riesco ad implementare abbastanza il sito www.vivere-arte.it, che però essendo economico, ha una struttura abbastanza limitata. Periodicamente aggiorno facebook, twitter, pinterest e linkedin

Hai già avuto esperienze di Export?
No

Credi che esportare all’estero sia un’opportunità per la tua azienda?
La mia attenzione è rivolta anche all’estero per favorire l’accoglienza dei viaggiatori che provengono dal mondo, non so se è paragonabile all’esportazione, comunque si tratta di stranieri che comprano Italia nel nostro territorio.

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Molto interessante dato che la valorizzazione del turismo in Europa ha ampi margini di crescita, infatti in ambito turistico l’Italia si posiziona dopo la Francia e addirittura la Spagna. In merito al fatto che l’attività dell’Associazione Vivere Arte è concentrata sul nostro territorio sono comunque convinta che il suo sviluppo sia estremamente utile anche a tutto il territorio italiano. Infatti, come già per altri settori, il nostro Veneto, anche nel turismo, può far da locomotiva per rendere acquistabile e quindi produttivo il celeberrimo brand Italia. Non è un caso che io utilizzi il termine “acquistabile”, infatti per uno straniero che intende venire in Italia, la pletoricità dell’offerta diventa un problema. Si rende quindi indispensabile un coordinamento delle offerte per renderle presentabili in modo chiaro e quindi comprensibile e affidabile all’acquirente straniero.

viverearte alloggi padova

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Assolutamente si

Fare rete e mettersi in rete per te è importante?
Assolutamente si

Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Ognuna dovrebbe mettere in gioco le proprie finalità, competenze e risorse. Non è difficile visto che siamo caratterizzate da una grande voglia di fare e che alla competizione preferiamo la collaborazione. Inoltre una caratteristica importante da spendere nell’ambito specifico dell’attività dell’Associazione Vivere Arte è la notevole propensione all’accoglienza di noi donne per la nostra predisposizione al rapporto umano.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente.
Ho diretto l’azienda di famiglia, sia quando il titolare era mio padre che dopo la trasformazione in società snc ed srl. Sono sempre stata libera di proporre, perseguire e decidere, e finché la famiglia mi ha dato spazio ho fatto crescere l’azienda portandola, sana e produttiva, a livello nazionale. Purtroppo per volontà di mia madre l’azienda ora è gestita da mio fratello e la sua visibilità, incidenza nel mercato e produttività si sono notevolmente ridotte.

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Collaborazione di persone competenti in diversi settori, tanti, infiniti, dato che le sinergie sul nostro territorio possono essere tantissime.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
La ricerca di supporto competente ed economico.

Come hai superato le difficoltà?
Non le ho ancora superate.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
La valorizzazione del nostro territorio e la ripresa economica attraverso il turismo.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
La vetrina di competenze, l’approfondimento di argomenti interessanti, l’opportunità di incontro.

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
La condizione femminile nel nostro paese è sicuramente migliore che in gran parte del resto del mondo, per la parità di trattamento almeno dal punto di vista normativo, ma è solo in apparenza una situazione risolta, manca ancora un’evoluzione dal punto di vista sociale. La parità tra i generi è ancora lontana dall’essere raggiunta come testimoniano le ingiurie sessiste che pongono spesso l’uomo in un ruolo giudicante ( un diritto acquisito per nascita e non per competenza ) o, come piccolo esempio, le mie vicende personali. Ritengo che un confronto periodico tra donne sia necessario per accelerare l’evoluzione sociale in atto. Un’evoluzione appena nata in confronto a quella antropologica delle competenze dei generi.

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Sono disponibile a qualsiasi compito che mi dia la possibilità di interagire con le altre fanciulle. Inoltre penso sia necessario coinvolgere anche le istituzioni delegate a rilasciare permessi ed effettuare controlli a dare risposte e fornirci informazioni che ci preparino serenamente allo svolgimento della nostra attività.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché si nutrirà di interazioni con le altre realtà.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perché partecipare all’Open Day Donna?
Partecipare è necessario per valorizzare ogni nostra, anche piccola, risorsa.
Se non ti sei ancora iscritta iscriviti adesso.

 

http://www.pinterest.com/michelabusana1/
https://www.facebook.com/pages/Vivere-Arte-Associazione/584708604932854
http://www.vivere-arte.it/

Vivere Arte Bed and Breakfast
B & B per noi donne / B & B for us women
via dei giacinti, 8f
35126 Padova

Vivere Arte Associazione per alloggi piacevoli, sicuri ed economici per noi Donne
35030 Selvazzano Dentro PD

Se son rose fioriranno… questo il motto di Sabina Verdi e del suo Aceto di Rose

Mi chiamo Sabina e ho il pollice verde come il mio cognome. Mi chiamo Sabina Verdi.

Non so dire se sono una neo-imprenditrice o un’ aspirante imprenditrice. So solo che mi piacciono le rose. Infatti io coltivo rose. Rose rosse.

sabina_verdi_aceto_di_rose_padova_se_son_rose

La mia piccolissima attività è quella di coltivare rose rosse, scarlatto, nere, fucsia… e di mangiarle.
Preparo un aceto balsamico di mia invenzione con le rose. Biologico. Non uso pesticidi. Rispetto e bacio le rose prima di coglierle ogni giorno.
E loro mi gratificano sbocciano continuamente.

Quest anno sono rimasta particolarmente impressionata dal diametro delle prime rose rosse: 20 centimetri… confesso che ho pensato al Guiness dei Primati.
Condivido questa passione con mia figlia Corinne di 17 anni. Lei è la mente. Io il braccio. Lei studia agraria e i suoi consigli sono preziosissimi per noi.

rose_se_son_rose_padova

Amiamo stare nel campo. Le ore passano e ci sentiamo serene e profumate (dimenticavo: le nostre rose sono profumatissime). Abbiamo iniziato per caso con la nostra nonna Marietta in Toscana, poi tutto é venuto da sé senza sforzo. Lo scorso anno ho partecipato all Open Day Donna e sono stata molto soddisfatta degli incoraggiamenti al nostro progetto.

Voglio partecipare nuovamente anche quest anno all’Open Day!
Per crescere quantitativamente (dato che di qualità ne abbiamo a iosa) ci basterebbe una cosa sola: finanziamenti.
Siamo bloccate per mancanza di fondi. Sono stra soddisfatta dell’idea e dell’organizzazione che stiamo improntando. Abbiamo coinvolto anche una chef fiorentina, un imprenditore fiorentino e una Blogger.
Tutto va liscio ma molto a rilento.
Il mio sogno nel cassetto?
Lasciare su questa terra un bosco. Un bosco di rose.

E la passione per un alimento nobile sano e profumato.

aceto di rose rosse

A tutte coloro che hanno un idea e la vogliono realizzare do tre consigli:
1. Sognate nei dettagli la vostra idea
2. Parlatene tantissimo sempre sorridendo. Non cercate la ricchezza ma il “piacere” di fare quello che fate
3. Fatevi aiutare da un pool di esperti.

L’idea che non viene a voi viene a loro.
Spero che a qualcuno questa condivisione sia utile. In rete le esperienze hanno un sapore più magico! !!
Dimenticavo la nostra azienda agricola si chiama Sesonrose.

Appunto perché se son rose fioriranno.

Spero di conescerti dal vivo all’Open Day Donna!

Se non l’hai già fatto corri ad iscriverti! Clicca qui

Italia: Laboratorio di innovazione. Come tutelare le proprie idee?

Una seconda intervista oggi di un altro relatore del ROADSHOW: BRAND PROTECTION NELLA NET-ECONOMY. Per chi vuole avere maggiori informazioni e iscriversi al RoadShow sulla tutela dei propri Marchi e Brevetti può cliccare subito qui. Avv. Carlo Cianfrone perché è importante lanciare questo Road-Show in questo momento ? Ci sono delle novità ?

E’ ormai un dato di fatto che la globalizzazione dei mercati ha portato a profonde modifiche del tessuto imprenditoriale italiano. Abbiamo assistito tutti, negli ultimi anni, alla delocalizzazione di massa dei siti produttivi in Paesi ove il basso costo della manodopera e una minore imposizione fiscale rendono più competitivo il prodotto.

Questo trend ha determinato un drastico ri-assetto del comparto produttivo italiano che – composto per la gran parte di piccole/medie imprese che operano come terzisti di grandi compagnie – ha subito un duro colpo dallo spostamento delle produzioni all’estero.

logo avvocat carlo cianfrone

Ogni crisi, però, porta con sé molte opportunità che possono rappresentare – per chi le sa cogliere – un netto vantaggio competitivo.

E’ facile notare, infatti, come – la dimensione medio/piccola, che garantisce agilità e la possibilità di modificare rapidamente il modello di business, unita ad una tradizionale attitudine per l’ideazione, la creatività e l’ingegno – stanno consentendo a molte imprese italiane di “cambiare pelle” e trasformarsi da “terzisti di grandi imprese” a “laboratori di idee innovative”.

Questo approccio fa si che, a lato delle (per fortuna ancora molte) aziende che hanno deciso di rimanere in Italia a produrre, molte piccole/medie aziende stiano ri-convertendo la propria operatività nella creazione di prodotti innovativi, design creativi e metodi rivoluzionari che – dopo essere stati opportunamente registrati, brevettati e tutelati con gli strumenti che l’Ordinamento Giuridico offre – vengono concessi in licenza o ceduti a società che hanno le dimensioni e l’organizzazione per competere da produttori e distributori nei mercati globali.

Ecco che – con questo nuovo approccio – anche l’azienda medio/piccola può tornare ad essere protagonista dei mercati sfruttando e capitalizzando gli asset intangibili (marchi, brevetti, design, know how) che da sempre rappresentano il plus dell’imprenditoria italiana nel Mondo. Come tutelare le proprie idee?

In questo senso il nuovo modello imprenditoriale non solo valorizza il lavoro, ma lo trasforma nel suo vero fattore competitivo, sino a modificare la forma d’impresa nelle sue fasi decisionali e dove l’architettura giuridica non è posta a latere, confinata al suo stadio terminale di mera garanzia, ma diviene forma dell’innovazione, modus operandi e di pensiero, ordinamento che non solo difende ciò che l’impresa ha raggiunto, ma le offre le coordinate, le premesse per raggiungere i suoi obbiettivi, così da indicare, assieme agli altri segmenti d’impresa, le strade nuove per conseguirli.

Venendo quindi alla sua domanda ritengo che mai come in questo momento sia importante promuovere la diffusione della cultura del Diritto Industriale (marchi, design, brevetti, etc.) e della Proprietà Intellettuale (diritto d’autore) perché gli imprenditori italiani inizino – in modo più sistematico e scientifico – a difendere le proprie opere dell’ingegno e, tramite la circolazione degli asset intangibili (contratti di cessione, di licenza, etc.), a capitalizzare gli investimenti in ricerca e sviluppo che da “mezzo per fare impresa” sta diventando sempre di più lo “scopo del fare impresa”.

Quanto infine alla sua domanda circa la presenza di novità nel settore le confermo che il Diritto Industriale e la Proprietà Intellettuale sono ambiti del diritto che disciplinano fenomeni molto innovativi ed in continua evoluzione e quindi – essi stessi – sono soggetti a frequentissime modifiche e nuove normative come avvenuto, ad esempio, con il recentissimo “Regolamento in materia di Tutela del Diritto D’autore sulle Reti di Comunicazione Elettronica” entrato in vigore il 31-3-14 che rappresenta il primo provvedimento in Italia destinato a contrastare la messa a disposizione del pubblico di opere digitali in violazione del diritto d’autore dei titolari.

A chi è rivolto il Road Show, chi dovrebbe partecipare ?

Il Road Show è rivolto a tutte le categorie di imprenditori – piccoli, medi o grandi – che hanno deciso di raccogliere le sfide lanciate dalla globalizzazione dei mercati e che intendono acquisire gli strumenti per tutelare e capitalizzare gli asset intangibili delle proprie imprese così da tornare ad essere protagonisti del mercato, ed anche a tutte quelle realtà che si stanno affacciando al mondo imprenditoriale con tante domande a cui trovare risposta per tutelare le proprie idee.

 

Oggi si comunica sempre più attraverso internet, come tutelare il proprio Marchio?

Oggi vi presentiamo l’intervista ad Anna Carmignato, Consulente nazionale in Proprietà Industriale – sezione Marchi e Modelli, che sarà una delle relatrici del RoadShow Brand-Protection nella Net Economy, promosso dal Comitato Imprenditoria Femminile di Padova.

Per chi vuole avere maggiori informazioni e iscriversi al RoadShow sulla tutela dei propri Marchi e Brevetti può cliccare subito qui.

roadshow brand protection

A chi è rivolto il Roadshow Brand-Protection nella Net Economy, chi dovrebbe partecipare ?
Aziende che intendono conoscere meglio gli strumenti a disposizione per lanciare, potenziare e salvaguardare la propria identità nella rete, quindi Imprese già avviate e Start Up.

Perché è importante lanciare questo Roadshow in questo momento? Ci sono delle novità ?
Internet, con le aumentate opportunità di visibilità grazie a canali immediati sempre più popolari (come i Blog ed i Social Network) rappresenta ormai un passaggio obbligato per il business aziendale: soprattutto in questo momento, in una fase di forte espansione degli spazi che rappresenta la maggiore novità destinata ad introdurre una nuova era digitale, bisogna saperlo valorizzare consapevoli delle enormi potenzialità di sfruttamento – ma anche dei rischi – che può presentare.

Di cosa si occuperà specificamente nel suo intervento ?
Il mio compito principalmente sarà di attirare l’attenzione sull’importanza della valorizzazione e tutela dei marchi aziendali in un’ottica di “sfruttamento” dell’asset marchio nella rete. Il marchio è il biglietto da visita di ogni Azienda, grande o piccola che sia:  è quello che la quasi totalità dei “naviganti” digitali cerca nella rete, quindi bisogna saperlo salvaguardare adeguatamente per evitare di incorrere in violazioni e/o perdite di diritti decisamente dannose.
Tratterò quindi dei nomi a dominio e dei rapporti tra questi e i marchi. Infine, illustrerò il lancio dei nuovi nomi a dominio generici di primo livello che è novità di questi mesi e della rivoluzione che questa immissione di massa provocherà nel panorama internet per quanto concerne visibilità e affermazione dell’identità digitale.

Quale messaggio vorrebbe che arrivasse quindi a imprenditori e addetti ai lavori aziendali?
L’auspicio è che le Imprese prendano sempre più coscienza del fatto che il proprio “saper fare” viene e verrà sempre più promosso attraverso strumenti virtuali: ciò che una volta si comunicava “fisicamente”, oggi si comunica sempre più attraverso internet. Si tratta di un processo inesorabile dovuto all’affermazione dei social media quale strumento più semplice e immediato di comunicazione, alla globalizzazione (internet ha abbattuto i confini !) e, non ultimo, alla necessità di abbattere i costi di gestione mai impellente come in questa fase storica. Questo fenomeno è in rapidissima evoluzione e bisogna non farsi cogliere impreparati.
Un’identità digitale ben strutturata, asset immateriali (marchi, design, brevetti, know how) ben tutelati e comunicati ad un destinatario che da virtuale deve diventare concreto, sono le risorse vincenti in questo momento e bisogna saperle sfruttare a dovere.

Quale ritiene sia il ruolo del Consulente Marchi e Brevetti in questo processo?
Naturalmente quanto detto per le Imprese sulla necessità di stare al passo con i tempi vale anche per le figure professionali come la mia. ll ruolo del Consulente Marchi e Brevetti che è principalmente quello di affiancare l’Impresa nelle scelte da attuare in relazione a valorizzazione  e tutela degli asset immateriali diventa, secondo quanto detto sopra, sempre più rilevante e strategico.  A mio modo di vedere, l’obiettivo di crescita dell’identità digitale delle Imprese non può prescindere dalla presa di coscienza del patrimonio immateriale aziendale costituito da marchi, design e know-how e in questo il Consulente Marchi e Brevetti ricopre un ruolo di primo piano.

ROADSHOW: BRAND PROTECTION NELLA NET-ECONOMY

roadshow brand protection

Padova, dal 14/05 all’ 11/06 2014

Il percorso formativo organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile di Padova  sui Marchi, sul Design, sui Brevetti e sulla loro tutela ha lo scopo di supportare il business aziendale nelle scelte da operare e nei rischi da conoscere per gestire al meglio la propria presenza nella rete.

camera di commercio - imprenditoria femminile padova

Il percorso formativo è strutturato in 5 Incontri Gratuiti ed è rivolto ad Imprenditrici ed Imprenditori e a tutti coloro che mirano ad una crescita professionale. Per partecipare è necessario iscriversi online agli appositi link:

Mercoledì 14 Maggio ore 14.00 – 17.00
Docente Anna Carmignato
IL MARCHIO E I NOMI A DOMINIO: RISPETTIVI SCOPI E FUNZIONI
Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi1

___________________________________________________________

Martedì 20 maggio ore 14.00 – 17.00
Relatore: Anna Carmignato
I NUOVI NOMI A DOMINIO GENERICI : NUOVE SFIDE PER LE AZIENDE NELLA RETE
Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi2

___________________________________________________________

Mercoledì 28 maggio ore 14.00 – 17.00
Relatore: Carlo Cianfrone
TUTELA E VALORIZZAZIONE DEGLI ASSET INTANGIBILI AZIENDALI. DESIGN, KNOW HOW E PRESENZA AZIENDALE IN RETE
Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi3

___________________________________________________________

Mercoledì 4 giugno ore 14.00 – 17.00
Relatore: Giuseppe Provera
LA TUTELA DEL MARCHIO IN INTERNET
Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi4

___________________________________________________________

Mercoledì 11 giugno ore 14.00 – 17.00
Relatore: Giuseppe Provera
LA CONTRAFFAZIONE IN INTERNET: ANALISI E PROSPETTIVE
Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi5

___________________________________________________________

Date, programmi e sedi del percorso formativo:

 

Mercoledì 14 Maggio ore 14.00 – 17.00

Docente Anna Carmignato

IL MARCHIO E I NOMI A DOMINIO: RISPETTIVI SCOPI E FUNZIONI

I. IL MARCHIO
Il marchio: definizioni
Dalla gestazione alla nascita di un marchio: le basi per dar vita ad un giusto marchio
Il marchio: strategie e principali forme di tutela (marchio nazionale, comunitario, internazionale)
Cenni sul marchio collettivo
Le ricerche di anteriorità e le sorveglianze anticontraffazione
Casi ed esempi pratici

II. IL NOME A DOMINIO
Il nome a dominio: definizioni
La disciplina giuridica del nome a dominio

III. ASPETTI E STRATEGIE CONNESSI A MARCHI E NOMI A DOMINIO
Confronto tra nomi a dominio e segni distintivi
Marchio e nome a dominio: cosa, come e dove conviene registrare
Il marchio nei Social Network: opportunità di visibilità, rischi, tutele
Casi ed esempi pratici

CENTRO CONFERENZE “ALLA STANGA”
Piazza Zanellato 21 Padova

Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi1

marchi e loghi aziende

____________________________________________________________

Martedì 20 maggio ore 14.00 – 17.00
Relatore: Anna Carmignato

I NUOVI NOMI A DOMINIO GENERICI : NUOVE SFIDE PER LE AZIENDE NELLA RETE

I. I NUOVI NOMI A DOMINIO
I nuovi nomi a dominio generici di I livello in fase di rilascio rischi e opportunità della crescita di visibilità grazie ai nuovi nomi a dominio

II. LA TUTELA DEI DIRITTI ACQUISITI
Criticità e vantaggi per i titolari di marchi registrati nell’era dei nuovi domini
La Trademark Clearing House (TMCH): cos’è, a chi è rivolta

I sunrise periods per i titolari di marchi registrati

Relatore: Claudia Samarelli
BANDO MARCHI +. LE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA
REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

III. PRESENTAZIONE BANDO CONTRIBUTIVO PER AGEVOLARE LE IMPRESE NELLA REGISTRAZIONE DI MARCHI ALL’ESTERO (a cura di UNIONCAMERE)

CENTRO CONFERENZE “ALLA STANGA”
Piazza Zanellato 21 Padova

Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento : http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi2

nuovi nomi dominio

____________________________________________________________

Mercoledì 28 maggio ore 14.00 – 17.00

Relatore: Carlo Cianfrone

TUTELA E VALORIZZAZIONE DEGLI ASSET INTANGIBILI AZIENDALI
DESIGN, KNOW HOW E PRESENZA AZIENDALE IN RETE

I. DESIGN E KNOW HOW
Il motore della piccola-media impresa
La tutela del design: il perimetro normativo
Design registrato e non registrato
Design e Diritto d’autore
Segreto industriale e Know How
Analisi di casi pratici

II. GLI INTANGIBLE ASSETS E LE SFIDE DEL MONDO DIGITALE
Il web è veramente una terra senza regole ?
Presenza aziendale e tutela degli asset intangibili nel web
Gli strumenti di tutela preventiva: i disclaimer nel web
Fotografia e web: opere fotografiche, mere fotografie e diritto d’autore
Analisi di casi pratici

CENTRO CONFERENZE “ALLA STANGA”
Piazza Zanellato 21 Padova

Programma ed iscrizioni online: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi3

brevetti

____________________________________________________________

Mercoledì 4 giugno ore 14.00 – 17.00

Relatore: Giuseppe Provera

LA TUTELA DEL MARCHIO IN INTERNET

I. LE PRINCIPALI FORME DI ABUSO/CONTRAFFAZIONE DEI SEGNI DISTINTIVI IN INTERNET
Analisi delle situazioni caratteristiche di abuso/contraffazione
Casi ed esempi pratici

II. DIFFERENTI LIVELLI E QUALITA’ DI ABUSO/CONTRAFFAZIONE; METODOLOGIE DI CONTRASTO
Concorrenza sleale nel web generico
Metodologia di misurazione delle tipologie di abuso/contraffazione
Esempi pratici di individuazione di pagine web illegali
Metodologie di contrasto e repressione della contraffazione nel web generico

III. DIFFERENTI LIVELLI E QUALITA’ DI ABUSO/CONTRAFFAZIONE NEI SITI DI ECOMMERCE; METODOLOGIE DI CONTRASTO
Metodologia di misurazione delle tipologie di abuso/contraffazione nelle piattaforme ecommerce
Piattaforme B2B e B2C più rischiose per i marchi delle Imprese Italiane
Esempi pratici di individuazione di offerte illegali
Metodologie di contrasto e repressione delle inserzioni di prodotti contraffatti su alcune piattaforme B2B e B2C

CENTRO CONFERENZE “ALLA STANGA”
Piazza Zanellato 21 Padova

Programma ed iscrizioni online a questo singolo Evento : http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi4

Contraffazione

____________________________________________________________

Mercoledì 11 giugno ore 14.00 – 17.00

Relatore: Giuseppe Provera

LA CONTRAFFAZIONE IN INTERNET: ANALISI E PROSPETTIVE

I. Presentazione dei principali risultati dello Studio realizzato da Convey per il MiSE DG
Lotta alla contraffazione – UIBM (Settembre 2013)

II. Presentazione dei risultati dell’indagine su contraffazione/abuso in Internet del label “Made in Italy” realizzato da Convey per Assocalzaturifici (Settembre 2013)

CENTRO CONFERENZE “ALLA STANGA”
Piazza Zanellato 21 Padova

TAVOLA ROTONDA CON ESPERTI, IMPRENDITRICI/TORI, ESPONENTI DI ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA E DELLE ISTITUZIONI SUL TEMA

Programma ed iscrizioni online: http://eventi.pd.camcom.it/?id=marchi5

_________________________________________________________

Sede dei corsi:
CENTRO CONFERENZE “ALLA STANGA”
Piazza Zanellato 21 Padova

Costi
La partecipazione al percorso è gratuita

Come partecipare
Per partecipare ai moduli è necessario iscriversi online ai singoli moduli di interesse, utilizzando i link presenti sotto le singole date

Segreteria organizzativa
Comitato Imprenditoria Femminile
5° piano Lun-ven ore 9.0012.30
Piazza Insurrezione 1/a 35137
Padova
Tel. 049.82.08.332
Fax 049.82.08.330
Email:  ifpadova(at)pd.camcom.it